Privacy Policy Termini e Condizioni
top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreAria Shu

LA POTENZA DI UNA PERSONALITÀ CARISMATICA: COME UN UOMO HA CREATO UN MOVIMENTO DI FAMA MONDIALE

Aggiornamento: 24 mag 2022


Diciamo che da sempre sono stata attirata dalle persone dotate di un certo CARISMA, quelle persone che, con la loro personalità, sono capaci di cambiare, creare e diffondere movimenti di portata mondiale! Credo che una di queste personalità così forti sia rappresentata dall’enigmatico Gesù di Nazareth che, in qualche modo, rispecchia questo mio desiderio di “analizzare” uomini stupefacenti.


Una figura indubbiamente controversa che ha scatenato molta curiosità riguardo, ad esempio, alla sua esistenza, ai suoi miracoli o al suo percorso di vita. In questo articolo non voglio certo improvvisarmi esperta, ci mancherebbe, ma solo fornire alcuni spunti di riflessione che si aggirano attorno a questa misteriosa figura. Spesso sento molte persone che ne parlano come se lo conoscessero, come se sapessero perfettamente chi era… ma poi mi chiedo: “noi riusciamo a comprendere veramente una persona vissuta nell’antichità con gli occhi di oggi? Ammetto che ho molti dubbi, però per farlo possiamo raccogliere alcune informazioni storiche per riuscire ad andare indietro nel tempo.

È doveroso prima di cominciare fare una premessa riguardo al problema delle fonti storiche. Uno dei primi aspetti da evidenziare è che NON ABBIAMO ACCESSO AL PASSATO: un evento, una volta accaduto, non è possibile che si possa ripetere come, ad esempio, un esperimento scientifico. Quindi nella storia non possiamo permetterci il lusso di ripetere un episodio trascorso tanti anni fa e per questo non ci rimane altro che cercare delle prove di altro genere (1).

Innanzitutto, come sostengono molti studiosi di storia antica, tra cui Bart D. Ehrman (2), non ci sono reperti archeologici che dimostrano l’esistenza di un uomo ebreo vissuto nel terzo decennio del I secolo d.C., ossia quando il Messia era verosimilmente adulto. Inoltre, non c’è mai arrivato nessun documento scritto DI SUO PUGNO: la stragrande maggioranza delle persone vissute nel mondo antico, che non fossero aristocratiche, non sapevano né scrivere e né leggere. D’altro canto però questo NON DIMOSTRA che le persone di basso ceto sociale non siano vissute e che quindi anche Gesù non sia mai esistito (3)!

Proprio per la complessità della situazione, non a caso, ragazzi, c’è un acceso dibattito…

Ma Cristo è un personaggio inventato oppure è realmente vissuto?

Ebbene, visto che non ci sono reperti storici condivisi dalla comunità scientifica possiamo per lo meno far riferimento ad altri documenti, ossia quelli scritti, quelli che parlano di lui, e possiamo farlo suddividendo le fonti in CRISTIANE E NON CRISTIANE.


1.Vediamo insieme alcune FONTI CRISTIANE. Come ho già scritto precedentemente molte persone vissute nell’antichità e forse anche Gesù erano ANALFABETE e i primi seguaci, ovvero contadini della Galilea rurale, avevano lo stesso livello culturale del Messia. A questo punto si può pensare che i VANGELI non siano stati scritti dai suoi seguaci, perché non sapevano né leggere e né scrivere e nemmeno nella lingua dell’epoca, ossia in aramaico, ma in un OTTIMO GRECO (4). Inoltre, nessuno degli autori dei Vangeli, quando parla di Gesù, scrive in prima persona o anche “noi”, ma sempre in terza persona (singolare e plurale); quindi sono scritti in FORMA ANONIMA. Molti studiosi ipotizzano che questi testi siano stati elaborati da persone che avevano una BUONA ISTRUZIONE, così il vangelo di Marco fu fatto risalire all’anno 70, i vangeli di Matteo e Luca nell’80-85 e infine il vangelo di Giovanni scritto tra il 90 e il 95 d.C. Con molta probabilità gli autori di questi testi non erano i 12 discepoli di cui tanto si parla, ma cristiani appartenenti ad un periodo successivo che si presero il compito di trascriverli (5).

Il papiro P52 contiene frammentariamente il vangelo secondo Giovanni

Come sostiene Ehrman, nel suo libro “Gesù è davvero esistito?”, potrebbe essere che gli scrittori dei vangeli, avessero stilato alcuni racconti appartenenti a tradizioni orali e da probabili testi in aramaico scritti precedentemente, non sopravvissuti a noi (6). Quindi i quattro testi canonici rappresentano solo una piccola parte dei racconti di Gesù senza contare che vi sono altri testi, come quelli apocrifi e affini.

C’è da sottolineare un altro particolare: gli autori dei vangeli NON HANNO MAI fatto il lavoro degli storici, nel senso che non hanno mai confrontato diverse fonti o testimonianze differenti e quindi hanno scritto quello che i suoi discepoli si ricordavano del Maestro. Possiamo immaginare come un RICORDO possa essere falsato, distorto, ingigantito o arricchito! La mia considerazione non è per screditare i suoi seguaci, ma semplicemente per dire che i nostri LIMITI COGNITIVI sono uguali per tutti a prescindere dall’epoca in cui abbiamo vissuto. Di conseguenza sono stati rilevati discrepanze, contraddizioni e problemi storici che si riferiscono ad eventi probabilmente mai accaduti (7).

2. Vediamo insieme alcune FONTI NON CRISTIANE. Sono state rilevate delle menzioni di Gesù da parte di storici non cristiani.

PUBLIO CORNELIO TACITO è stato uno storico, oratore e senatore romano il quale scrisse i famosi Annali nel 115 con l’intento di raccontare la storia dell’Impero dal 14 al 68 dell’età volgare. In particolare nei suoi scritti ha commentato l’incendio di Roma avvenuto nel 64 d.C. di cui è responsabile lo stesso Nerone, anche se si giustificò dando la colpa ai cristiani. La popolazione di Roma si dimostrò disposta a credere all’accusa poiché, ci racconta Tacito, i cristiani erano oggetto di comune diffamazione. Così l’imperatore fece radunare i cristiani e li fece giustiziare in pubblico con METODI DOLOROSI e UMILIANTI! Sicuramente NON dev’essere stato un bello spettacolo! In questa scena crudele, Tacito spiega che: “Nerone, allora… mise avanti come rei dell’incendio gente odiata… che il volgo chiamava Cristiani… Quel nome essi derivavano da Cristo, che sotto il regno di Tiberio fu mandato a morte dal procuratore Ponzio Pilato (…)” (8) (9).

Quindi anche grazie a Tacito capiamo che probabilmente un uomo chiamato Cristo diede vita ad un movimento religioso!

Publio Cornelio Tacito

PLINIO IL GIOVANE, governatore della Bitinia (ossia una provincia romana dell’Asia Minore), scrisse una serie di epistole in età matura all’imperatore romano Traiano, a cui chiedeva se erano più o meno corrette le procedure applicate ai cristiani (10). In particolare, in una epistola Plinio affronta il problema degli incendi e, in quel contesto, accenna a un altro gruppo che teneva riunioni illegali, ossia la comunità locale cristiana. Plinio avrebbe appreso da fonti affidabili che i seguaci si riunivano illegalmente di primo mattino e che molti di loro appartenevano a differenti ceti sociali e consumavano insieme i pasti.

Plinio il Giovane

Inoltre, Plinio fa sapere all’imperatore che i cristiani cantavano un inno a Cristo come se fosse un dio, un ESSERE DI ALTRA NATURA (11).


GIUSEPPE FLAVIO, scrittore e storico ebreo antico, vissuto in Palestina romana nel I sec. d.C., nato diversi anni dopo la presunta morte di Cristo. Egli scrisse diverse opere sulla vita e la storia di quei luoghi, tra cui una narrazione in venti volumi della storia del popolo ebraico (Esseni, Farisei, Zeloti), intitolato Antichità giudaiche (12). In un passo contenuto in quest’opera vi è un brano molto importante chiamato Testimonium Flavianum, ossia la testimonianza di Giuseppe sulla vita di Gesù. La maggioranza degli studiosi del giudaismo antico e gli esperti degli scritti di questo importantissimo autore ritengono che uno o più copisti cristiani abbiano inserito qualche aggiunta di orientamento cristiano. Ma se togliamo alcune osservazioni religiose si potrebbe comprendere che Giuseppe Flavio poteva disporre di informazioni storiche concrete sulla vita del Messia (13), noto per la sua saggezza e insegnamenti. In particolare, era ritenuto l’autore di opere straordinarie, aveva numerosi seguaci ed era stato condannato alla crocifissione da Ponzio Pilato per le accuse di parte ebraica rivolte contro di lui (poiché Cristo si dichiarava re dei Giudei) (14).

Giuseppe Flavio

Quindi dopo questa carrellata un po’ pesante, lo so, ma doverosa, di fonti storiche cristiane e non, che cosa si può dire di Gesù Cristo? Ma quindi è esistito veramente oppure è un personaggio inventato?


Allora: certezza è ovvio NON C’È! Però lui è stato il suddito che ha ricevuto più attenzione di tutti! Tante persone, sia cristiani che pagani, ne hanno parlato e quindi con molta probabilità sì, è esistito!


Ma potremmo farne un identikit?


Diciamo che dobbiamo accontentarci!!! Molti studiosi, come lo storico statunitense B. D. Ehraman, sostengono che Gesù fosse un ebreo proveniente da Nazareth, ossia dalla parte settentrionale della Palestina, vissuto intorno al I secolo. I suoi genitori provenivano dalla Galilea rurale quindi lui fu cresciuto probabilmente in condizioni di povertà. In seguito Gesù divenne un discepolo di Giovanni Battista e fu maestro ebreo e predicatore. Cercò di diffondere, attraverso le parabole, messaggi sul “Regno di Dio” (15), ebbe molti discepoli e la sua reputazione fu di ESORCISTA e GUARITORE. Aveva un pensiero apocalittico, molto presente tra le persone del suo tempo come i farisei, gli autori dei Manoscritti del Mar morto e vari leader profetici del tempo. Cristo sosteneva la presenza di FORZE DEL MALE responsabili del dolore e dell’infelicità del mondo, come lo testimoniavano i malati gravi, le persone vittime di possessione demoniaca.

D’altro canto credeva che sarebbe arrivata l’era senza più sofferenza, dolore, demoni e Diavolo. Probabilmente questo è il motivo per cui il Messia fu associato alla figura dell’esorcista e del guaritore (16).

Nei suoi ultimi anni di vita Gesù si recò a Gerusalemme e questo favorì le ostilità delle autorità giudaiche e per questo fu giustiziato, attraverso la CROCIFISSIONE dal procuratore Ponzio Pilato (17).

Molti studiosi di storia antica convergono su questi dati ma sono in disaccordo, più che altro, sulle possibili caratteristiche del Messia: da semplice rabbino a sciamano, oppure un rivoluzionario che favoriva sommosse contro l’IMPERO ROMANO. D’altro canto non sapremo mai se ha fatto o ha detto veramente certe cose ma è certo che, in un mondo dominato e inquadrato dall’Impero Romano, questo fermento metafisico non si è fermato ma diffuso fino ad arrivare ai giorni nostri (18).


Alla prossima.

Aria Shu.





Copyright © 2021-2022, “www.mondidiaria.com” – Tutti i diritti riservati.



Note dell’articolo:

(1) Ehrman, Bart D.,Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, pp. 38-39.

(2) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 38.

(3) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 43.

(4) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 48.

(5) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013,, p. 50.

(6) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 50.

(7) EHRMAN, BART D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 185.

(8) Tacito, Annali, XV, 44.

(9) Ehrman, Bart D.,Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 56.

(10) Dal canale you tube Alessandro Barbero “La Storia siamo Noi”, “Gesù è esistito”, link: https://www.youtube.com/watch?v=0a4rsvyj2vA

(11) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, pp. 55-56.

(12) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, pp. 60-61.

(13) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 62.

(14) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 62.

(15) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 275.

(16) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 323.

(17) Ehrman, Bart D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013, p. 275.

(18) Dal canale you tube Alessandro Barbero “La Storia siamo Noi”, “Gesù è esistito”, link: https://www.youtube.com/watch?v=0a4rsvyj2vA



Fonti articolo:

EHRMAN, BART D., Did Jesus Exist? The Historical Argument for Jesus of Nazareth, HarperOne, San Francisco, 2012, trad. it. Gesù è davvero esistito?: Un'inchiesta storica, Mondadori, Milano, 2013.

Dal canale you tube Alessandro Barbero “La Storia siamo Noi”, “Gesù è esistito”, link: https://www.youtube.com/watch?v=0a4rsvyj2vA

Tacito, Annali, XV, 44.



Fonti immagini: le immagini che trovi nel mio blog sono state prelevate da internet in molteplici copie e in siti senza copyright. Nel caso in cui, inavvertitamente, avessi pubblicato immagini coperte da copyright, mi scuso in anticipo e ti chiedo di comunicarmelo immediatamente. Grazie!


Comentarios


bottom of page
Termini e Condizioni