Privacy Policy Termini e Condizioni
top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreAria Shu

LA TOMBA DELL’IMPERATORE DRAGONE E UN ESERCITO PRONTO PER ANDARE NELL’ALDILÀ

Aggiornamento: 15 ott 2021


Come abbiamo già visto in altri articoli, alcune scoperte di grandi siti archeologici sono avvenute per puro caso. Come dire: a volte quando non ti aspetti nulla e poi scopri qualcosa, l’effetto sorpresa è ancora più entusiasmante. Lo abbiamo letto per la città sotterranea di Derinkuyu, in Turchia (1) oppure per la grotta fatta di milioni di conchiglie in Inghilterra (2). Anche questa volta dobbiamo immaginare di metterci nei panni di un contadino cinese di nome Yang Zhifa che, nel 1974, intento a scavare un pozzo, vide affiorare delle statue e precisamente dei GUERRIERI di terracotta. Così, nonostante i suoi concittadini gli suggerirono di non denunciare l’accaduto per non sfidare gli DEI, lui comunque lo comunicò alle autorità del posto, le quali attivarono fin da subito gli archeologi di Pechino.

Gli studiosi riportarono alla luce un luogo misterioso e affascinante dove è possibile fare un TUFFO nel passato e ritrovarsi improvvisamente indietro nel tempo e precisamente nella Cina di 2200 anni fa. Esso è ubicato a 30 km dalla grande città di Xi’an ed è formato da un imponente ESERCITO DI TERRACOTTA, ossia da una armata di soldati cinesi che risale circa al III secolo a.C., dedicato all’imperatore Qin Shi Huang (3).

Imperatore cinese Qin Shi Huang (260 a.C.-210 a.C.)

Questo sovrano è molto conosciuto nella storia della Cina poiché fu il primo ad aver unificato tutti i regni prima divisi che formano lo stato odierno. Ma in Occidente è più che altro conosciuto per essere stato colui che ha iniziato i lavori della maestosa MURAGLIA CINESE oltre ovviamente ad essere stato il committente del singolare esercito di terracotta.

Il mausoleo è formato da svariate fosse scavate le cui statue sono tutte collocate intorno alla camera tombale dell’imperatore, a circa 2 chilometri di distanza. Grazie agli scavi susseguitisi nel tempo, gli archeologi sono riusciti a riportare alla luce ben 8.000 guerrieri, 100 cavalli di terracotta e 18 carri da guerra; praticamente la riproduzione dell’esercito che aveva compiuto l’unificazione della Cina.

La cosa sorprendente, che mi viene da pensare, forse più laboriosa da parte di chi li ha fatti, è che questi guerrieri non sono tutti uguali ma cambiano in base alla loro categoria e quindi si distinguono per: la POSIZIONE, i VESTITI e come sono PETTINATI (4). In particolare attraverso la posizione delle mani e del corpo, ci offrono delle informazioni su quali tecniche ad esempio fanti, alabardieri, arcieri e balestrieri, usavano per combattere in battaglia.

Gli studiosi hanno dedotto che si combatteva soprattutto a piedi poiché i carri e i cavalli erano utili per guidare i movimenti della fanteria. Per quanto riguarda la cavalleria, invece, essa fu inserita in tempi successivi, forse per riuscire a fronteggiare i guerrieri nomadi che a sua volta in battaglia usavano i cavalli.

Però se guardiamo bene… manca qualcosa: dove sono finite le armi? Ebbene il mausoleo è stato saccheggiato dai ribelli che si insediarono sul trono imperiale della dinastia Han che venne successivamente a quella dell’imperatore Qin Shi Huang (5). Bè un vero peccato perché avrebbe creato un’atmosfera ancor più misteriosa e affascinante!

D’altronde, come sostengono alcuni studiosi, l’esercito di terracotta, questa ARMATA DELLE TENEBRE, non è completa poiché si ipotizza che il mausoleo originale fosse formato da oltre 10.000 unità (6). Davvero un’opera colossale!!!

Certo è un’opera colossale senza aver scoperto tutto e quindi mi chiedo: ma perché l’imperatore avrebbe fatto costruire un mausoleo di questo tipo? Che significato si nasconde dietro a questa tomba? Ma più che altro aveva PAURA di qualcosa?


Diciamo che l’imperatore, nel 246 a.C., prima di rivestire questa carica, già aveva commissionato questa enorme camera funeraria. Un’azione esagerata poiché era ossessionato dall’immortalità a tal punto da farsi costruire un mausoleo di circa 56 km quadrati come una sorta di “protezione” del suo corpo e della sua anima per difendersi dalle insidie di un MONDO SCONOSCIUTO come l’Aldilà! Non a caso il suo esercito di terracotta è già in posizione, pronto per attaccare (7)!!

Immagine dal film a lui dedicato: "La tomba dell'imperatore dragone"

E la sua tomba? Dove è racchiuso il suo corpo? Dov’è finita?

Il sepolcro di Qin Shi Huang, ossia il FULCRO di quest’opera, si trova in profondità sotto una collina della Cina centrale, e riposa in pace da oltre due mila anni! Fino ad oggi non è stato possibile violarla poiché non si sono ottenuti ancora i permessi da parte del governo cinese, ma si ipotizza che la tomba fosse stata circondata da fiumi di MERCURIO liquido!

All’epoca si credeva che tale metallo donasse l’immortalità ma, IRONIA DELLA SORTE, il sovrano morì a soli 39 anni perché ogni giorno ingeriva in continuazione il mercurio credendo di ottenere la vita eterna (8).

Ecco vedete come un’ossessione può portare alla propria rovina!

Oggi il mausoleo attira molti turisti da tutto il mondo

A prescindere da queste riflessioni, di sicuro non è stata un’impresa facile dei ricercatori riuscire a RIPORTARE ALLA LUCE 8000 elementi di un’opera che, tra l’altro, ancora oggi non è terminata! Ma c’è da dire che proprio quel contadino, che non ha ascoltato le SUPERSTIZIONI dei suoi concittadini, ha permesso agli archeologi di scoprire questo magnifico complesso funerario (9) inserito nell’elenco dei patrimoni dell’umanità UNESCO nel 1987!


Alla prossima.

Aria Shu


Copyright © 2020-2021, “www.mondidiaria.com” – Tutti i diritti riservati.


Note dell’articolo:

(1) Per approfondimenti leggi l’articolo nei Mondi di Aria al link: https://www.mondidiaria.com/post/mentre-ristruttura-casa-abbatte-un-muro-e-scopre-una-citta-sotterranea-di-3500-anni

(2) Per approfondimenti leggi l’articolo nei Mondi di Aria al link: https://www.mondidiaria.com/post/scoperto-luogo-di-culto-di-una-setta-segreta-una-grotta-fatta-di-milioni-di-conghiglie

(3) https://www.nonniavventura.it/lesercito-di-terracotta-lottava-meraviglia-del-mondo/

(4) Vidale, M., Asia e Estremo Oriente, vol. VIII, Fabbri Editori nella coll. Antiche Civiltà, Milano, 2005, p. 122.

(5) https://www.nonniavventura.it/lesercito-di-terracotta-lottava-meraviglia-del-mondo/

(6) https://www.dgvtravel.com/diaridiviaggio/tutti-i-segreti-dell-esercito-di-terracotta-in-cina

(7) https://www.dgvtravel.com/diaridiviaggio/tutti-i-segreti-dell-esercito-di-terracotta-in-cina

(8) https://www.vanillamagazine.it/il-mistero-della-tomba-inviolata-dellimperatore-dell-esercito-di-terracotta/

(9] https://www.nonniavventura.it/lesercito-di-terracotta-lottava-meraviglia-del-mondo/



Fonti articolo:

Per approfondimenti leggi l’articolo nei Mondi di Aria al link: https://www.mondidiaria.com/post/mentre-ristruttura-casa-abbatte-un-muro-e-scopre-una-citta-sotterranea-di-3500-anni


Per approfondimenti leggi l’articolo nei Mondi di Aria al link:

https://www.mondidiaria.com/post/scoperto-luogo-di-culto-di-una-setta-segreta-una-grotta-fatta-di-milioni-di-conghiglie


https://www.nonniavventura.it/lesercito-di-terracotta-lottava-meraviglia-del-mondo/


Vidale, M., Asia e Estremo Oriente, vol. VIII, Fabbri Editori nella coll. Antiche Civiltà, Milano, 2005, p. 122.


https://www.dgvtravel.com/diaridiviaggio/tutti-i-segreti-dell-esercito-di-terracotta-in-cina


https://www.vanillamagazine.it/il-mistero-della-tomba-inviolata-dellimperatore-dell-esercito-di-terracotta/



Fonti immagini: le immagini che trovi nel mio blog sono state prelevate da internet in molteplici copie e in siti senza copyright. Nel caso in cui, inavvertitamente, avessi pubblicato immagini coperte da copyright, mi scuso in anticipo e ti chiedo di comunicarmelo immediatamente. Grazie!



Comments


bottom of page
Termini e Condizioni